Alopecia e prostaglandin dysregulation

Mar, 11/08/2015
Recenti evidenze scientifiche dimostrano che alla base dell’alopecia androgenetica vi è un’alterazione delle prostaglandine detta in inglese “prostaglandin dysregulation”. 
Le prostaglandine sono dei prostanoidi coinvolti nel ciclo di vita del capello e dei peli:
 
  • PGD2: alti livelli di questo prostanoide pro-infiammatorio sono correlati, nell’alopecia androgenetica, ad infiammazione, bassa rigenerazione tissutale e ad inibizione della neogenesi del follicolo pilifero;
  • PGE2: molecola che agisce sinergisticamente con la prostaglandina PGF2α promuovendo la crescita del follicolo;
  • PGF: molecola che promuove sia la crescita del follicolo in fase di accrescimento detta anagen e sia l’ispessimento del capello.

 

L’alterazione delle prostaglandine (prostaglandin dysregulation) nell’alopecia androgenetica è
caratterizzata da un aumento di PGD2 ad azione infiammatoria e da una contemporanea riduzione
di PGE2 e PGF a livello del cuoio capelluto.
 
Fagron Italia ha sviluppato formulazioni con molecole innovative per preparazioni topiche nell’ambito della galenica tricologica in grado di riequilibrare la prostaglandin dysregulation.